LAVORI SUL TRAIL "PIAN MARINO"

Sono finiti da alcuni giorni i lavori che permettono di percorrere in entrambi i sensi il sentiero Pian Marino (contrassegnato da segnavia croce rossa +). Era infatti da parecchio tempo che alcune sezioni di questo trail non potevano essere percorse agevolmente, soprattutto nel senso da Pian Marino verso la borgata Cà de Cia.

Questo sentiero può infatti essere usato sui due sensi di marcia e per un duplice scopo:

Pedalare da Finalborgo fino alla Chiesa di S. Rocco (tra Carbuta e Feglino), evitando di usare la strada asfaltata e godendo di un suggestivo paesaggio.

Climbing from Finalborgo

Salendo dal borgo medievale, infatti, si percorre la prima parte della Strada della Regina o Via Beretta (in foto): costruita dagli spagnoli nel 1666, aveva come scopo principale quello di creare una via di comunicazione con la Val Bormida e il Basso Piemonte. Questo doveva permettere, tra le altre cose, anche il passaggio della giovane Principessa Margherita Teresa di Spagna, la quale, sbarcata al porto di Finale, doveva raggiungere il promesso sposo, l’Imperatore d’Austria Leopoldo Ida. Questo tratto di strada va quindi interpretato come una delle moltissime tracce dell’antica rete viaria Finalese, che permetteva di transitare lungo il nostro impervio territorio e anche su lunghe distanze. Salendo si possono ammirare anche alcuni altri reperti della storia Finalese. In ordine di apparizione: Castel S. Giovanni, Castel Govone, la Chiesa di S. Eusebio e la Chiesa dei cinque Campanili (foto).

qxikljgazwritusb large 0002

Tornando ai nostri tempi e alla nostra attività preferita (la mountain bike!), possiamo usare questo trail per raggiungere alcuni dei sentieri più spettacolari della zona! Il primo che si incrocia salendo, subito dopo l’area pianeggiante che di Pian Marino, è il Neanderthal, usato come speciale per la gara Enduro World Series del 2014. Lasciando il sentiero principale verso la metà s’incontra l’ultima sezione del trail Legnaia/ Pino Morto. Una volta arrivati alla borgata Cà de Cia, si può ridiscendere a Feglino attraverso il nuovissimo trail Oribago, ultima creatura del mitico Ivo. Salendo fino alla chiesa di S. Rocco, invece, si può risalire ancora alcuni chilometri e poi buttarsi a destra sui trail Cà Bianca o Little Champery. Oppure si può proseguire la scalata fino alla Base Nato, da cui scendere su uno degli ormai famosissimi sentieri che partono da lì.

Scendere dalla chiesa di S. Rocco a Finalborgo: in questo caso si percorre a ritroso il tracciato descritto sopra, con il vantaggio che, se si scende dalla Base Nato, si può arrivare a Finalborgo quasi senza toccare l’asfalto, percorrendo alcuni bellissimi sentieri e godendo di paesaggi spettacolari! Mica male, no?!

Potete scaricare le tracce GPS dei percorsi sopra descritti dal nostro Elenco Tracce GPS, oppure utilizzare la Mappa Interattiva. Potete anche scrivere alle nostre guide QUI’ e organizzare insieme a loro un’escursione su questi bellissimi sentieri.

Ringraziamo i ragazzi del negozio Riviera Outdoor Bike Shop di Finalborgo (Luca, Ricky e Davide) per il lavoro svolto!

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.

Mappa Overview

finale-ligure-gps-tracks-overview